Comment Crisis

Sorry! Blogspot makes it almost impossible for real people to comment directly at the end of each post.
Your feedback is welcome via Google+, the SLArtsParks page on Facebook, or tweet #slartsparks or @thirzaember.

Saturday, November 29, 2008

Links in History

If the name Springfield conjures only the image of donuts and dohs in your head, you need to stop watching Fox right now and get over to the Land of Lincoln! Springfield, capital of the great state of Illinois was the home for many years of Abraham Lincoln and the sim celebrated the one hundred and somethingyth anniversary of the Gettysburg Address this past week, one of the shortest political speeches of the modern era and surely one of the most eloquent. I of course managed to miss the festivities, but I went over to take a look around later, and was wowed by this tribute to Lincoln's life and times.
This is your chance to do some virtual tourism on a grand scale; it will also remind you of every school trip you ever went on so the blast from the past becomes an existential double whammy. TP to the Land of Lincoln arrival point and read for yourself the Address (or you can practice your Italian-English skills later in this post). The park is laid out in a very user-friendly way, much like the welcome center at RL Springfield which is a joy. Paths lead directly to the points of interest, alternatively a horse and carriage takes you round the various exhibits. These range from a plantation house to a Lincoln photo exhibition to a period submarine (yikes) to the White house and the Lincoln Memorial, transplanted from DC for your virtual convenience. First the White House as it appeared in Lincoln's day, sans Oval Office and resident oaf. Walk inside, there's no sharp shooter on the roof, and see the dining room and various Lincoln bedrooms. You'll find on the upper floor a library of books by Lincoln family members well worth a rummage.
There's an interesting church and burial ground, and naturally some period stores selling period items, keep walking and you'll see a whistle-stop from which one may orate Lincolnesquely from the caboose... see now you're intrigued, I await photos of you engaged thusly. The Plantation House is interesting, in particular for Mary Todd ("other than that, Mrs. Lincoln...?") was the daughter of a planter from Kentucky. There's a first-hand description of life in the hot and humid South in the 1800's available via the blue book on the steps: you can set awhile and read it on the porch.Less effective perhaps the 1914 Lincoln Memorial is slightly truncated (did you know number of columns on the RL Memorial corresponds to the number of States in the Union at the time of Lincoln's death? And you say I never tell you anything useful) but you may stand on the steps and do your version of another great American literary landmark - Dr. Martin Luther King's "I have a dream".
Go see the metaverse-worthy 7 man submarine, its state-of-the-art Civil War technology that would make a sardine claustrophobic. The exhibit takes you to an off-world simulator at the Hunley site. It's great fun - see below for a picture. Lastly, but for my money the best and most poignant part of the exhibit, the photograph collection showing Lincoln before and during his 4 years and one month as President. The eyes say it all, a tough and largely thankless task, which someone has to do... right.
The Gettysburg Address
English Italiano
Se la parola Springfield ti fa subito pensare con una certa tristezza a Homer Simpson ho una bella notizia per te - esiste un'altra Springfield molto meno caotica e certamente più letteraria di quella di Fox TV. Springfield è anche il capitale dello stato di Illinois (forse pensavi che il capitale fosse Chicago ma non lo è) una città graziosa dove ha vissuto per alcuni anni il sedicesimo presidente degli Stati Uniti, Abraham Lincoln. In SL su sim Land of Lincoln in questi giorni hanno festeggiato l'anniversario del Discorso di Gettysburg, pronunciato da Lincoln nel 1863. Qui sopra trovi il testo integrale in inglese e italiano, si nota subito quanto fu breve e incisivo un capolavoro della letteratura politica specialmente quando si pensa che all'epoca un discorso politico di tre o quattro ore senza sosta era considerato normale. Senza neanche la pubblicità poi, che noia mortale. Invece Lincoln in cinque brevi paragrafi ha donato al mondo dei sentimenti universali sulla guerra, il sacrificio e il desiderio di un futuro migliore.
A Land of Lincoln si festeggia Lincoln con vari monumenti: una riproduzione della casa a Springfield, l'unica vera 'casa' di Lincoln nel senso che ne fu il proprietario e qui sono nati i suoi figli. Potrai ammirare le textures autentiche sia qui che nella Plantation House la casa di piantagione accanto alla casa di Lincoln. Questa specie di reggia tipo via col vento nei tempi della schiavitù legale ci ricorda la giovenù della moglie di Lincoln, Mary Todd. Sulla veranda troverai un testo in inglese scritto all'epoca che descrive la vita quotidiana, gli usi e costumi del vecchio Sud. Facendo il giro del sim (anche in carrozza se non ti va di andare a piedi) anche una chiesetta, vari edifici che ricordano altri episdoi nella vita di Lincoln, un cimitero, e negozi con in vendita articoli che ricordano il periodo: interessante confrontare la Guerra Civile con lo stesso periodo in Italia. Mentre gli americani lottavano per la loro unità gli italiani si trovavano in una lotta analoga ma completamente diversa...
Notevole due monumenti di Washington DC: Il Lincoln Memorial, notevole anche perché fu qui che Martin Luther King pronunciò un'altro capolavoro della retorica politica americana "Io ho un sogno", poi c'è la Casa Bianca nella sua incarnazione ottocentesca cioè senza Ufficio Ovale (tranquillo non troverai nemmeno il tanto amato presidente attuale) ci sono molte stanze addobbate come aparivano all'epoca in più sul piano superiore troverai una biblioteca contenente dei libri su Lincoln e scritto da membri della sua famiglia disponibili in rete. E poi che bello poter sbirciare nelle fineste della casa più famosa del mondo senza preoccuparsi del l'FBI sul tetto! Nel corridoio principale troverai ritratti dei presidenti precedenti a Lincoln chissà se saresti capace ad identificarli tutti questi vecchietti bianchi defunti che oggi sono più conosciuti per il loro ruolo come identificatori sulle banconote...Ho trovato anche molto interessante la collezione di foto di Lincoln, scattate prima e durante i quattro anni e un mese della sua presidenza. Il lavoro logora, e si vede quanto in queste immagini... Ma se veramente vuoi sapere cosa significa trovarsi sotto pressione, devi vedere il sottomarino ottocentesco proprio accanto alla mostra fotografica. Il prototipo del sottomarino moderno, questo modello costruito dai sudisti 'ospitava' 7 uomini in condizioni allucinanti. Recuperata al largo della città di Charleston, l'arma segreta - una di tante svillupate durante la Guerra Civile americana - ci fa meravigliare. Quanto corraggio e ingegno. Onore agli uomini e compassione per le loro povere famiglie. Per sapere di più, puoi andare al sito Hunley e imparare a fare il capitano anche te...

Tuesday, November 25, 2008

Arts Building

There will be time to murder and create,
And time for all the works and days of hands
That lift and drop a question on your plate;
Time for you and time for me,
And time yet for a hundred indecisions,
And for a hundred visions and revisions,
Before the taking of a toast and tea.
TS Eliot, The Love Song of J. Alfred Profrock
The entries are in for the first edition of ArtsBuilding the ArtsParks contest in which Residents are challenged to create, in 10 prims or less, a representation of one of their favourite artists! The entries are outstanding and we hope this will be the first of many editions!
Here are the names of some of the entries, just to give you an idea of the range of subjects: The Decameron, Gustav Klimt, Jean Miro', the film Tron, film maker Federico Fellini, the ballerina Carla Fracci, and Leonardo da Vinci's Last Supper, just to name a few! Perhaps like me RL intervened and you didn't make the deadline, but you can easily get inspired for the next time by going to see these fantastic pieces. You can find the entries at Tanalois, Jabberwocky, you can see several pieces outside the Villa of catullus at Porto Cervo , there are four more entries in the garden at Jules Verne Park at Sybirya and at ArtsParks Headquarters, and a handy TP device in each location will allow you to tour all the sims with ease. Each piece of art contains a notecard which will give you some additional information about the work and the artist represented. Please take the time to do the tour, and vote for your preferred piece, if you join the ArtsParks group you'll get occasional updates about the voting, the prizes and the closing ceremony.
Ci sarà tempo per uccidere e creare,
E tempo per tutte le opere e i giorni delle mani
Che sollevano e lasciano cadere una domanda sul tuo piatto;
Tempo per te e tempo per me,
Tempo anche per cento indecisioni,
E per cento visioni e revisioni,
Prima di prendere un tè col toast
T S Eliot, Il Canto d'amore di J. Alfred Prufrock
Il concorso ArtsBuilding ora passa alla seconda fase, i concorrenti tutti molto bravi hanno consegnato le loro opere ora esposte in attesa del loro pubblico e la votazione - se come me non hai fatto in tempo a partecipare come concorrente, ora abbiamo l'occasione non solo di votare l'artista più bravo ma anche di prendere ispirazione per la prossima edizione del concorso! E tra le opere in gara troverai sicuramente qualcosa che ti ispira. I pezzi sono tutti originali, diversissimi tra loro, e ricordono artisti di ogni tipo dalla ballerina Carla Fracci allo scultore Pietro Cascella, dal Boccaccio e da Vinci a Kandinski, Warhol e Munch. Ogni opera contiene una nota esplicativa alcune molto dettagliate e ho gradito moltissimo questo modo inaspettato di conoscere qualcosa in più sugli artisti che ispirano e appassionano i bravi artisti che hanno partecipato al concorso.
Le opere sono esposte in gruppi su vari land, in questa foto si vede la mostra a Jabberwocky e sopra alcune opere esposte a Tanalois, a SL Porto Cervo e alla sede centrale di ArtsParks. Il bellissimo parco Jules Verne ospita altri esemplari, e in ogni land troverai un cartello TP che consente l'accesso agli altri parchi. Facile visitare e votare per il pezzo che più ti piace. Tieniti informato sul concorso, la premiazione e la serata conclusiva abbonandoti al gruppo ArtsParks... chi vincerà? Vedremo!

Saturday, November 15, 2008

Fin de siècle

Good news for all builders and lovers of art - if you were planning on entering the ArtsBuilding contest mentioned in an earlier blog, - The deadline has been extended by another week! So you still have time to come up with a concept to represent your favourite painter, sculptor, writer, musician or other creative hero/heroine in 10 prims or less. Don't forget to contact Giuditta Broome with your competition entry together with a notecard that shows your name, your chosen artist's name and the title of your piece - have fun, and best of luck!
Que les fins de journées d'automne sont pénétrantes! Ah! pénétrantes jusqu'à la douleur! car il
est de certaines sensations délicieuses dont le vague n'exclut pas l'intensité; et il n'est pas de pointe plus acérée que celle de l'Infini.

Charles Baudelaire, Le Confiteor de l'artiste: Le spleen de Paris

"Have you ever seen Paris 1900?" Leonard Hawker asked me. "Today's the last chance, they're going to nuke it." "TP!" said I, of course, and moments later we were walking the boulevards and after minor rezzing issues, we were admiring the Eiffel Tower, along with a wonderful version of the Moulin Rouge complete with 'indoor elephant' (mind the carpet) and a lush dance hall with many shops offering historical attire. The tower was our first port of call. "You can jump off the top!" said Leo, with what I can only descibe as unwarranted enthusiasm, but how often do you get invited to throw yourself off the Eiffel Tower? I thought... A long platform protruded from the viewing deck, with the requisite parachute pack freebie handily halfway along the catwalk. "Remember to leap as far forward as you can," he advised. "Just keep pressing the up arrow." It looked like a long way down, the Arc de Triomph looked mighty small off in the distance, but there was someone waiting behind me to take one last leap, so I strapped on the parachute and jumped, closely followed by Leonard who of course managed to take the great picture of himself you see below in the Italian bit. For more of his work including the occasional display of his lovely RL pictures of Tuscan wildlife, visit his shop at Peace Haven on sim Villeneuve. Sadly, my own descent has none of his elegance... I'll spare you that one.

He also took this wonderful shot from underneath. The first person to say 'upskirt' will be asked to leave. The tower, the view from the top, the garden below, all very beautiful indeed - sad to think such craft couldn't be saved! But the tier was too much for the owner and contributions just didn't cover the costs; another victim of the current RL financial crisis it seems. It's a huge shame - having travelled a fair bit on the French sims looking for bloggable attractions that don't have 50 synonyms for erotisme in their labels, t was a surprise to read the Welcome note and discover that, yes, there are francophone estates where: "Une tenue correcte est exigée, on ne se balade pas dans les rues de Paris 1900 en sous-vêtement ou maillot de bain par exemple.- " Or were... After the tower, the Moulin Rouge, the famous turn-of-the-century cabaret, spiritual home of the posters of Toulouse Lautrec and birthplace of the cancan, close to Montmartre in real Paris, but nice and handy to the Eiffel tower in SL - no hills or traffic to deal with. The build, again, a flawless example of SLingenuity, combining features of RL a nod to the historical context, a wonderful city-worn glass ceiling through which peeped the Parisian sky, commerical space, and lots of room for dancing and socializing. My two favourite things in the Moulin Rouge: the poster collection in the lobby, showing the Moulin Rouge in postcards from the early 19th century (the display is shown below) and the dances - we tried the 'Brawk' and nearly died laughing... you may already know it, it's something like a chicken dance, lots of elbows involved. Despite our fun, it was a very sad day for members of the Paris 1900 groups who have been Roleplaying here for the past two years. The sim was built by YadNi Monde, "célèbre Architecte Constructeur Artiste français de Second Life" - well you can't say it better than that, as the notices around the sim reminded us. I met several long-time residents of Paris 1900, including Lancelot Anatine, the artist zaphyru Zapedski, and Cedric Renoir, and asked them how they felt about the end of the era.
Cedric Renoir: My only comment about it could be that it have been built with love, by passionated people. Chriss Darkes and Anastasia Evans loved Paris at the beginning of the 20th century and tried to give a soul to this sim. For me it's more than only a comment to tell :) I was born with that sim, it represents the most part of my second life. I was there for the opening day, and now I'm there for its death.
Gone, but not forgotten. Come sono penetranti - penetranti fino al dolore! - le giornate d'autunno al tramonto! La delizia indefinita di certe sensazioni non esclude affatto l'intensità: e non c'è punto più acuminata di quello
dell'infinito.

Charles Baudelaire, Lo spleen di Parigi: Il confiteor dell'artista

Hai mai visto Parigi 1900?" mi ha chiesto Leonard Hawker. "Puoi venire subito? Oggi verrà cancellata, è l'ultima occasione di vederla." "TP!" Pochi istanti dopo ci trovavamo sul boulevard al centro di un sim elegante. A sinistra L'Arc de Triomphe, intorno a noi bei palazzi novecenteschi , una fermata della Metropolitana. Davanti a noi la torre Eiffel. Splendida! L'opera di YadNi Monde questo stupendo sim francofono qui da due anni - antichissimo - è stato ideato da Chriss Darkes e Anastasia Evans attualmente la terra appartiene a Laurent Savon: secondo il cartello non può più permettersi il costo del tier, non trovava chi desiderava comprare la land, e perciò ha preso la penosa decisione di annientare tutto. Davvero un peccato. Siamo saliti al primo piano della torre, con TP naturalmente, (puoi immaingare come sarebbe bello se fosse possibile farlo anche in RL invece di aspettare in fila per il proprio turno?) godendo la panorama, poi al secondo piano, Leonard mi ha mostrato la rampa lancio. "Mi raccomando, lanciati il più possibile di là, tenendo premuto il tasto con la freccia." Con l'idea di non schiantarsi contro le curve della torre... Io ho fatto il mio salto ...poco elegante - ti risparmio la foto - invece Leo come al solito è riuscito anche a scattare una bella foto (tra l'altro ha spesso alcune sue immagini Real della sua amata Toscana in mostra al suo negozio a Peace Haven su sim Villeneuve. Una volta riguadagnati il marciapiede, ci siamo diretti verso un'altro luogo indimenticabile parigino: il Moulin Rouge. Nella Parigi vera sarebbe un viaggio a piedi abbastanza lunga e in salita dal fiume Senna fino a Pigalle, vicino al famoso quartiere artistico di Montmartre. Anche qui un cafe' degli artisti, ma per fortuna tra la Torre Eiffel e il night qui si tratta di pochi passi. Le Moulin Rouge, costruito nel 1889 è il cabaret parigino dove naque il ballo cancan; il pittore e 'padre del poster' Toulouse Lautrec raffigurò sia le ballerine che i clienti del locale in numerosi disegni eccezionali, molti dei quali sono visibili qui in SL insieme a una raccolta bella di foto e disegni del Moulin Rouge e anche delle cartoline d'epoca. Si direbbe ... un parco d'arte. Nella sala da ballo molte pose divertenti il mio preferito il ballo "Brawk" che ci ha fatto morire dalle risate; bello anche il tetto di vetro si vede bene per qale motivo questo sim ha sopravissuto cosi a lungo. Ma la maggior parte delle persone cha abbiamo incontrato non erano qua per ballare o fare il paracadutismo. Erano passati per salutare per l'ultima volta un luogo caro, un sim di gioco di ruolo dove si sono divertiti e cresciuti, dove amicizie vere sono nate tramite un modo di fare molto garbato, calmo e piacevole, nello stile d'un secolo elegante e speranzoso.

Ho parlato con tre residenti Lancelot Anatine, l'artista zaphyru Zapedski, e Cedric Renoir per loro questo giorno cosa voleva dire?

Cedric Renoir: Il mio commento sarebbe che questo posto fu costruito con amore, da persone appassionate. Chriss Darkes e Anastasia Evans amavano Parigi all'inizio del ventesimo secolo e cercarono a dare un'anima a questo sim. Per me è più d'un semplice commento dire :) io sono nato con questo sim, rappresenta la maggior parte dela mia seconda vita. Ero presente alla nascita, e sono qui per la sua morte.
Non sarà mai dimenticato.

Wednesday, November 12, 2008

Arte Mitica e Mer-ka-ba

Ho incontrato Aquila Faulds alla sua mostra a Radio Imago. Pittrice e grafica siciliana; la sua carriera di artista inizia a 17 anni, con una personale sul tema: “Vita da clown”. Si sono susseguiti poi altri Vernissage in Italia ed all’Estero, le tematiche si sono espanse fino ad arrivare ad argomenti legati alla “contaminazione secolare” ed al sogno di poter sublimare la materia e la quotidianità, esprimendolo attraverso 'l’Alchimia del Mito', o seguendo l’iter del “bozzolo-farfalla". Aquila Faulds, al secolo Marisa Falbo, promuove in Second Life il mer ka ba un "particolare processo ci potremo riappropriare di tutte quelle facoltà che sono assopite dentro di noi, per poter vivere nel benessere e nella consapevolezza, senza dover ancora subire le mortificazioni di una “realtà” che ci sta lentamente dilaniando. "
"E’ nei personaggi della Mitologia, nel loro tendersi verso l’alto per sperimentare la IV° e V° dimensione, grazie al Fiore della Vita nella ricerca della Merkaba, che viene fuori la mia nuova produzione," mi ha spiegato. "Sono su SL da un anno. Trovo che questo mondo virtuale sia perfetto per allargare gli orizzonti di chi crea, sia in Rl che in SL. Second Life mi ha dato la possibilità di porgere il mio messaggio pittorico e creativo a tutto il mondo: non esistono più ne barriere, ne distanze. Laragrace Rau ed io abbiamo creato l’isola Merkabaland, un luogo dove artisti possono esporre le loro opere, dove pensiamo di accogliere le opere di pittori validi creando un ponte SL-RL. per me il progetto “MERKABA” rappresenta il cuore pulsante, il fulcro di un itinerario da percorrere tutti insieme per effettuare una rinascita interiore, per poter ritrovare la nostra vera dimensione ormai dimenticata da tempo. Attraverso Anche l’arte sta risentendo di questo malessere. Abbiamo meravigliosi artisti emergenti che non trovano sbocchi per ovvii motivi di business ormai esistenti in circuiti di critici e gallerie. Purtroppo molte persone non si rendono conto di avere una propria vena creativa,non sanno di essere un “mondo” da scoBisognerebbe dargli una mano a svegliarsi,aiutarli a far venire fuori ciò che c’è dentro di loro…cosi tanto assopito. La colpa è del sistema: nelle scuole infatti non vengono più inseriti certi programmi mirati ad alimentare la creatività dei ragazzi. E’ chiaro che l’adulto poi si ritrova “atrofizzato” e tende ad impossessarsi delle idee altrui. "Le mie opere hanno sempre avuto un’alternanza di tematiche, aventi come denominatore comune “la trasmutazione della materia” e la “rinascita”; un percorso ambito dalla maggior parte degli esseri “svegli e consapevoli” del pianeta. Nelle mie opere il protagonista è sempre l’uomo,che attraverso il Mito, tende a riappropriarsi della propria parte di divinità negata, o dimenticata. Second life mi ha ancor di più stimolata a seguire questo percorso, arricchendo notevolmente la mia evoluzione interiore e di stile pittorico." Aquila ha gentilmente cacconsentito di portarmi anche a Merkabaland definita "l'isola della consapevolezza" da agosto sua casa in Second Life.

Aquila Faulds: "In questa zona, la tematica è MITO E FIORE DELLA VITA. Il quadro LEDA ed il Cigno ne è un meraviglioso esempio! Zeus escogita di trasformarsi in cigno per possedere LEDA e lo fa con estrema eleganza scegliendo un animale puro come il cigno. Un'altro personaggio moltoimportante è MERCURIO il messaggero degli dei. Mercurio è ermafrodita- veicolo necessario per effettuare la metamorfosi. Io vedo MERCURIO molto adatto per SL," disse con una risata, "Perchè è il jolly della GRANDE OPERA filosofica per SL è perfetto. Infatti qui possiamo essere ciò che vogliamo."Aquila Faulds: la merkaba è un processo di crescita interiore e naturalmente abbiamo molte persone iscritte: merkaba è rinascita, trasformazione delle energie sottili di ognuno di noi, è un processo di rinnovamento totale. La geometria sacra che aiuta questo processo è IL FIORE DELLA VITA. Abbiamo in mente di creare uo spazio per gli artisti emergenti. Essa è anche legata alla conoscenza di un altro simbolo ricco di significati: il fiore della vita; un simbolo che si può trovare nei reperti antichissimi di tutte le civiltà del nostro globo, dalle piramidi egizie, a quelle sudamericane, da creta all'antica grecia, dall'estremo oriente al medio oriente. Arte intesa come energia di luce,dalla vibrazione positiva in grado di trasformare nell’osservatore le frequenza delle cellule cerebrali,che a loro volta si espandono in tutto il corpo…creando una situazione di grande gioia, benessere fisico e crescita interiore. Non più arte come denuncia di “malessere interiore e sociale” o rassegnazione, ma messaggio di gioia, ottimismo, amore, luce ed energia."
Come si vede nella foto qui c'è posto per una riflessione profonda sulle immagini grazie alla posa meditazione al centro della mostra.
Proprio in questi giorni, si svolge il concorso ArtsBuilding un 'iniziativa Artsparks a favore di opere d'arte che celebrino artisti Real. Ho chiesto a Aquila: se dovessi creare uno spazio sul tuo sim per un pittore, o uno scrittore, un musicista e cosi via, chi sceglieresti?
Aquila Faulds: L’artista che mi viene in mente è contemporanea, ed è la più grande ballerina di questo secolo, Carla Fracci. Definita dalla critica "Più leggera dell’aria,e più lieve di un sospiro,” desidero rappresentarla con la mia opera “FIORFALL”.

Sunday, November 9, 2008

Double Parking: Wordsworth and da Vinci

I see what was, and is, and will abide;
Still glides the Stream, and shall for ever glide;
The Form remains, the Function never dies;
While we, the brave, the mighty, and the wise,
We Men, who in our morn of youth defied
The elements, must vanish; - be it so!
Enough, if something from our hands have power
To live, and act, and serve the future hour

William Wordsworth, Valedictory Sonnet To The River Duddon
This week, two ArtsParks you may not yet have visited, to two very different and influential artists of the past brought to life in ways that are both original and primficient !
First up is the English romantic poet Wordsworth. His lyrical poetry was much influenced by the French Revolution, radical ideas, and a deep love of nature, with moments of bright clarity and melancholy regret the latter possibly brought on by the years spent working for the Post Office. Brue Gothly's William Wordsworth Centre for Poetry and Literature on sim Aridia is a tribute to the man, his poetry, and his times. The display is part of the conference room in a modern building, click on the photos to receive notecards and links that will give you a window onto his world.

Next up, the Leonardo da Vinci exhibit at Bella Tuscany. This sim has space dedicated to the pictures of da Vinci and some information regarding the RL city of Vinci re-created by Marcantonio Beaumont. There's a man-size copy of the Vitruvian Man inside a gyroscope-shaped sculpture - he's visible down below - and if you wander the streets you'll also find some entertaining poses to try out. I went with the potter's wheel, despite not being able to find my Demi Moore hair; if you walk the streets for long enough you'll find the workshop where you can make chain mail or get cozy with an anvil (though not in an Acme - approved way). On a nearby hill you'll find a highly decorated palace in the Renaissance style, worth seeing for its rich textures.

La nostra nascita
non è che un sonno e un oblio;
L'anima che ci accompagna,
stella di nostra vita, d'altro saggio gode ben altrove

e da tanto lontano è giunta non già.

Tutta dimentica di sua prima natura
nè in nudità di sè completa,

che anzi trascina a noi con sè
i gran nembi di gloria.

Dal Dio ch'è nostra casa.
Indugia su noi bambini per un poco di cielo.

William Wordsworth, Un sonno e un oblio

Il poeta inglese Wordsworth fortemente influenzato dalla rivoluzione francese e dalle colline del Cumberland, sua terra natale, fu uno dei maggiori esponenti del romanticismo inglese. Oggi famoso in RL per i suoi versi lirici sulla natura, la società e l'Uomo con la maiuscola, ora è festeggiato anche in SL - il grazioso angolo letterario adibito a 'parco Wordsworth' nella comoda e moderna sala reunioni nel Centro per poesia e letteratura di Brue Gothly su sim Aridia.

A Bella Tuscany si festeggia Leonardo da Vinci in piazza con una mostra a cura di Marcantonio Beaumont di alcuni dei più bei disegni dell'insigne artista insieme ai cartelli interpretativi e anche una pianta della città real di Vinci. Una passeggiata per le vie del paesino ti porterà alla bottega del fabbro dove c'è da divertirsi con l'incudine oppure se preferisci puoi tornire un vaso come ho fatto io davanti a questo grazioso negozio. Come vedi qui in fondo, il paese vanta anche una copia dell'uomo vitruviano a grandezza ...naturale. In più c'è da ammirare il museo vinciano dall'esterno. Un giorno presto spero di vedere qua anche alcune delle macchine di Leonardo: intanto puoi visitare sulla collina adiacente un palazzo ricco che richiama lo stile sfarzioso dell'alto rinascimento... una vera festa d'arte per tutti noi!









Thursday, November 6, 2008

Swiss made: the art of Philippe Chaplin

It's just this lovely!
Just seeing this scenery explains why the Swiss are so happy and nice.
Miss Julie's Travelblog, Julie J Vanover
SL was playing up again last night and when the great Lag Lords of Lind finally deigned to let me move around freely, an invitation from Symbiotic caught my eye. I have been meaning for ages to go and hear Winters Canto, the Latin American pianist, and the notice that he was performing in the rotunda at Sternberg Schloss on sim Morkeleb was too tempting. I arrived to find the listening party in full swing. No dancing here, but the architecture will have you swaying anyway. Look at this beautiful room, there's so much more outside but I leave that for another post. Known for its RP games, Sternberg is a central European fantasy town by Xela Veranes who has made live music the centrepiece of his creation.
Winters is wonderful, he has a lovely way of drawing his audience members in to the experience, and it was hard to tear myself away when I saw Philippe Chaplin come online. Philippe, who is based in Switzerland, paints and photographs in the real world; he came in SL to try the new 3D communication platform and live a "real" second life. With his partner Nathalie Charman, he's involved in the The Jardin des Artistes Sans Lind on sim Simba. We met up at his exhibition space in the Second life Art Community Centre and I asked him: what's the appeal of the metaverse?
Philippe Chaplin: Exposure. From the start, I wanted to gain exposure and reactions from the Second Life public. It has worked somewhat, I have sold SL copies and received a lot of comments on my work. I am an impatient kind of artist and would not work hours and hours on the same image or painting. Normally a painting is done in one session that last a few hours. My style has not been influenced by SL, but now I spend more time as a SL photographer than a RL painter, maybe that will change back later, I hope. This picture is the one I consider my best work so far.
The biggest challenge to an artist making the leap into SL is maybe to master the digital work and its complexities. You can read a little about my work and my process in my blog. As a RL photographer I use ASA settings or concept like depth of field. This does not exist per se in SL or digital imagery but you would have things like the gamma layer, whatever that is! A painter will have some difficulty to understand how to bring his work in SL. As you can see I work in paint but also do photgraphy inworld. The abstract-looking pictures are photos of the sculpture that until recently was above the gallery at Tournicoton.
At the Jardin my partner Natalie offers exhibition space to artists who can't afford to rent or buy, as a way to foster art and creativity in general. I do not believe much in the money aspect, at least not as in getting real money from it, tipping or buying stuff will always be useful so the artist can pay the rent in a gallery. Now, showing appreciation like being present in an inauguration or vernissage, commenting inworld or on a blog or for example on my Flickr account keeps the artist motivated. That is the most important thing.

Another great thing about SL is the chance to meet and interact with so many other artists. Cat Bocaccio, Vallys Baxter and Maded Sheperd and also Lem Skall come to mind as photographers, many of them are in my contacts on Flickr. As for painters, I also like to check out the artists who exhibit at the Cetus Gallery or Ginsberg and of course the Jardin des Artistes. Another cool development in SL is the Sail Away project. Basically it's a film project. It's the story of a woman pirate, we hope it will be the first full length SL film if all goes well. I am the still photographer for the project and my pictures are on both sites as in my Flickr - you can also check out their website.

ArtsParks, of course, began as a project to encourage the building of literary and artistic parks in SL. We already have parks to many famous artists and writers such as Jules Verne, Catullus, Dylan Thomas, Wordsworth, Alice in Wonderland etc. The creation of a work of art can be very small in size, using a few prims to give a sketch that recalls a book, poem, painter or sculptor is a way to delight and inform our fellow residents, whicle sharing our passion for a particular piece of exceptional art. We would like to see more of these, and I asked Philippe... if you were making a park to a famous artist or writer, who would you want to celebrate, and why?

Philippe Chaplin: My favorite painter is Ferdinand Hodler. I copied one of his paintings as an exercise, but I might do more of that to learn more. I like the way he treats landscapes, like using the symmetry and interpreting the colors of the real world. I will ask the owner of the Jardin, if she would be interested to make a small tribute to Hodler, but it's not the main objective of the Jardin des Artistes. We will have to see... by the way, she is French and Hodler is Swiss!

*********

Arrivata in SL ieri sera ho ricevuto dal gruppo Symbiotic un invito da non perdere -una serata con il pianista sudamericano Winters Canto. Non potevo mancare, per la bella musica ma anche per l'occasione di visitare Sternberg Schloss. Il concerto si è tenuto nella Rotonda come vedi dalla foto in alto una stanza molto bella e ricca... tutto il sim è così, c'è la città vecchia da visitare piena di gallerie e scalinate, ci sono dei bei negozi, e un traghetto fa il giro del porticiolo. Sim Morkeleb è dedicato al gioco di ruolo d'un periodo storico stile mitteleuropeo molto piacevole. Il creatore, Xela Veranes ha fatto tutto con grande cura, e la musica live fa parte integrale delle serate a Sternberg. Winters, oltre ad essere un bravissimo musicista è anche molto simpatico e coinvolge tutto il suo pubblico con saluti calorosi e dediche, suona melodie che fanno venire la voglia di ballare. Io ascoltavo con grande piacere, quando ho notato online un amico che cercavo da giorni il pittore svizzero Philippe Chaplin. Mi aveva tempo fa promesso di mostrarmi i suoi quadri e sono corsa al Second life Art Community Centre ad incontrarlo. Philippe insieme alla sua partner Natalie Charman ama molto l'arte in SL, e Natalie infatti è owner di un bel parco per artisti chiamata appunto il Jardin des Artistes Sans Lind su sim Simba. Ho chiesto a Philippe per quale motivo ha scelto la vita artistica di SL.

Philippe Chaplin: Io ho voluto vivere SL come una 'vera' vita, e desideravo sperimentare la piattaforma 3D di persona. Inoltre la pubblicità che SL offre ad un artista come me è incredibile. Volevo sentire il pubblico di SL come reagisce, cosa ha da dire, come valuta la mia arte. Ho ricevuto molti commenti, e ho venduto dei quadri qui nel gioco. Mi definirei un pittore impaziente, non sono il tipo d'artista che si mette a lavorare per ore ed ore sulla stessa immagine o tela. Normalmente un quadro lo finisco in una sola seduta, che durerà massimo un paio d'ore. Il mio stile direi non è stato influenzato da SL, ma comincio a fare le foto qui e mi trovo sempre più impegnato in questa attività, ma forse tornerò a dipingere di più in RL, non so. Amo entrambi le attività: considero questo quadro il mio pezzo migliore, almeno per ora.

La sfida più grande per l'artista in SL è forse divenire padroni dell'aspetto digitale, che è molto complesso. Io qualcosa a proposito del mio metodo e la mia esperienza l'ho scritto sul mio blog. Come fotografo in RL, faccio uso di ASA e il concetto di profondità di campo visivo. Tutto ciò non esiste in SL e la visuale digitale, invece ci sono altri elementi come lo 'strato gamma', ma non chiedermi che cos'è! Un pittore avrà difficoltà capire come portare il suo lavoro in SL. Come puoi vedere io lavoro in colori ma anche come fotografo, e queste immagini le ho scattate di una scultura gigante che si trovava sopra la galleria Tournicoton qualche settimana fa. Io espongo anche lì.

Mia partner Natalie offre gratuitamente ad artisti di ogni genere uno spazio per esporre le loro opere nel Jardin. A me l'aspetto commerciale interessa non molto. Certo fa piacere quando si riceve una mancia o quando si vende un'opera, aiuta anche a pagarsi l'affitto dello spazio in una galleria come questa. Ma per me, vedere il pubblico che si presenta per un inaugurazione o una vernissage è molto più importante. Commenti sono sempre utili e apprezzati. I commenti ispirano e tengono motivato l'artista e questo è fondamentale. Un'altra cosa bellissima di SL è il modo di conoscere altri artisti di tutto il mondo. Io per esempio ammiro molto il lavoro di Cat Bocaccio, Vallys Baxter, Maded Sheperd e anche Lem Skall. Sono fotografi e puoi vedere i link sulla mia pagina Flickr dove puoi anche commentare le immagini. Le gallerie che frequentano di più sono Cetus Gallery, Ginsberg e certamente anche il Jardin des Artistes. Sono molto fiero di fare parte anche del progetto Sail Away - sono il fotografo del progetto faccio le fotogramme. Il progetto è girare un film, la storia di una donna pirata; sarà il primo film a lungo metraggio girato per intero in SL. Per sapere di più puoi consultare il website e anche associarti al gruppo.

ArtsParks si occupa principalmente di parchi d'arte, di posti letterari o poetici, di musica, sculture, e quadri, e di festeggiare e far conoscere artisti RL. I parchi del gruppo celebrano opere diversissime quanto Alice del paese delle meraviglie, Catullo, Wordsworth, Leonardo da Vinci, Jules Verne, Dylan Thomas ecc. La creazione d'un 'parco' richiede pochissimi prim per dare l'idea di un personaggio a noi cari in modo di informare e ispirare altri residenti, di farci conoscere avvicenda insomma gli artisti che abbiamo a cuore. Un modo di regalare al mondo un pezzetino di noi stessi. Artisti in SL hanno la tecnica e l'estro di communicare l'idea di un tale personaggio - ho chiesto a Philippe : se tu dovessi fare un parco, o un angoletto per festeggiare un'artista chi sceglieresti? Philippe Chaplin: Be' mio pittore preferito è Ferdinand Hodler. Ho copiato un suo quadro questo qua - come un esercizio, e mi piacerebbe copiare altre sue opere. Mi piace moltissimo come rende i paesaggi, mi piace il suo uso della simmetria e i colori del mondo vero. Sarebbe bello avere un parco in suo onore. Ma per farlo, dovrei chiedere a Natalie se possiamo fare un angolo Hodler al Jardin des Artistes, io spero di sì ma non dimenticare, lei è francese, e Hodler era svizzero... proprio come me!

Sunday, November 2, 2008

Open and shut...

As everyone knows, there's uproar at Linden Lab's announcement that they are going to raise the price of sims designated as open space by an extra fifty bucks a month... in real money. Ouch. They have their reasons, but as the the SL Herald reports, others suspect the hike in prices is part of a strategy to make Mainland sims more attractive. It's a serious concern to everyone, since it affects our fun and creativity - art needs acreage - and already many Residents are talking about downsizing or pulling out of SL altogether. I hope you don't go!
On the upside, jolly Jack Linden (he doesn't sound too jolly just recently) says LL will 'keep listening' to protests and comments on the forum page which makes for very informative reading. Maybe they will rethink this thing,I certainly hope the matter is resolved soon, in a way that supports the hard-working and creative people who make this place so wonderful. A price hike when everyone is hurting financially seems uncool, but if there's one thing we can always count on in SL, it's change. We'll all just have less of it in our pockets, I guess...