Comment Crisis

Sorry! Blogspot makes it almost impossible for real people to comment directly at the end of each post.
Your feedback is welcome via Google+, the SLArtsParks page on Facebook, or tweet #slartsparks or @thirzaember.

Friday, July 18, 2008

Love in a Floating World

Principessa, il tuo impero si stende dal Tsè-Kiang all'immenso Jang-Tsè
Ma là, dentro alle soffici tende, c'è uno sposo che impera su te!
Tu dei baci già senti l'aroma, già sei doma, sei tutta languor!
Gloria, gloria alla notte segreta, che il prodigio ora vede compir!
Gloria, gloria alla gialla coperta di seta… notte segreta!
Testimonio dei dolci sospir!
Nel giardin sussurran le cose e tintinnan campanule d'or…
Si sospiran parole amorose, di rugiada s'imperlano i fior!
Giacomo Puccini, Turandot, Atto II

Ah, Turandot ! Nessun dorma and kisses, wishes and princesses! If you're in the mood for some oriental romance and can't get to Japan or China - or to the opera either, for that matter - why not visit sim Hosoi Ichiba on Virgin Island. An 'ichiba' is an open air market in Japan, and this one has exquisite Chinese and Japanese wares on sale ranging from rugs, lacquered furniture, screens and doors, to ornaments and lights, displayed as a gallery of artefacts in open-sided houses (also for sale) set in the precincts of a fort. Window-shopping in these delightful windowless pavilions can pass many a pleasant moment, but don't be confined by the walls here - if you step outside you'll find a green and pleasant land full of interest. There are lily ponds, rice paddies, a fishing village, a splendid beach presided over by a mountain-top Golden Buddha. Winding paths join all these joys, and the attention to detail will charm you and your companion, so why not go out and stretch your legs a little.

You'll find the full size version of this sampan in many bays and inlets, often surrounded by beautiful lily pads. There are tai chi poseballs in the center of the sim, and the place is rarely empty, you'll find the regulars are a friendly bunch. No-one tells you off for wearing the wrong colors: black and/or white, the colors of yin and yang, are the general 'rule' for Tai Chi, as they are the least likely to distract you and those about you. For some reason, though, within a few minutes of me clicking on a Tai Chi poseball in any part of SL, someone in a wedding dress joins the group; now there's something you're not going to see in real life... I joined the group and sure enough after a few minutes, a bride appeared. You can see her (masked, but not by me) if you scroll down into the Italian part. Plenty of room for ren'ai - Japanese for romance or true love - in the grounds of this lovely sim.

Ai means 'love' in both Japanese and Chinese: ai ren in Chinese means loved one, a spouse. The latest addition to the Ishiba is the underground treasury. You'll find the entrance in the square in front of the big red pagoda at the far end of the fort - there's a picture further down. This sumptuous room, a traditional Kanegura or treasure room, is currently the showroom for an exhibition of erotic art from the 13th to the 19th century.
Shunkyu-higa or Shunga began in China, somewhere in that nebulous space between the scientific diagrams of ancient medical scrolls and the twelve acts of the Royal fertility rite, and are associated with the Muromachi period and the great erotic artist Zhou Fang. This is a PG sim, which is probably why the pictures are on display underground, and be warned, these pictures are very explicit and are not for minors or those likely to be offended by erotic material. The timid but curious may want to cam the exhibition from the comfort of the Tai Chi balls. *thinks: penny just dropped* These images of the scandals in court, painted on handscrolls, were at first the preserve of noblemen, often portrayed the varied and - it has to be said - incredibly limber goings-on of monks and the aristocracy and their lovers. Over the centuries, with the invention of the wood-cut, pictures of the ever-changing urban 'floating world' (the Ukiyo) became available to tradesmen and the general public. The pictures weren't always erotic, as this NYT article shows, and they provide a fascinating insight into a lost world of everyday Japanese delight.

This sim is, simply put, beautiful. The quality of even the smallest item is breathtaking, the sheer variety of pieces, on both a technical and an artistic level, is astonishing. In July, Hosoi Ichiba hosted its first annual machinima competition. Click here to see the very atmospheric winning entry by Pyewacket Bellman and Niten Altamura. Also worth bookmarking is the Hosoi Ichiba blog to check for upcoming celebrations, and for fascinating insight into the meaning of all the architecture you'll see here. This year along with the machinima event they have also had a Cherry Blossom Festival and raised and impressive sum for Relay for Life, so there's always something beautiful and worthwhile going on. Visit Hosoi Ichiba, I guarantee it will be love at first sight.


Principessa, il tuo impero si stende dal Tsè-Kiang all'immenso Jang-Tsè!
Ma là, dentro alle soffici tende, c'è uno sposo che impera su te!
Tu dei baci già senti l'aroma, già sei doma, sei tutta languor!
Gloria, gloria alla notte segreta, che il prodigio ora vede compir!
Gloria, gloria alla gialla coperta di seta… notte segreta!
Testimonio dei dolci sospir!
Nel giardin sussurran le cose e tintinnan campanule d'or…
Si sospiran parole amorose, di rugiada s'imperlano i fior!

Puccini, Turandot Atto II

Ah che bella Turandot! Baci segreti amori e il mistero dell'oriente - e certo, nessun dorma! Se cerchi un po' di relax romantico orientale e non hai tempo per un viaggio in Giappone o Cina, o a vedere il capolavoro di Puccini, puoi sempre fare un salto a Hosoi Ichiba, il castello-mercato su l'isola Vergine. La parola giapponese 'ichiba' significa mercato all'aria aperta, e qui troverai articoli tipici della cultura cinese e giapponese: divani e letti, tavolini e schermi, ombrelli e tappetti, vasi e casse intarsiate, statue e ventagli e bandiere e quadri tutti esposti in questi graziosissimi padiglioni anche essi in vendita. Sotto il castello troverai risai, e un villaggio dei pescatori. Eccomi in un sampang, battello ai remi tipico del Giappone. Ci sono anche i pesci messi a seccare (per fortuna in SL non si sente odore!) altrove ci sono stagni pieni di ninfee, fattorie, e una spiaggia stupenda sotto la montagna coronata da una statua d'oro del Buddha. Il tutto collegato da una rete di sentieri che riportano naturalmente al castello con le sue torri di guardia.

Questo sim non l'ho mai trovato vuoto, c'è sempre qualcuno che pratica Tai Chi le poseballs sono al centro del castello - cammini dritto dal punto TP e le troverai subito. I frequentatori sono gentili difficilmente troverai qualcuno che ti sgrida se per caso non indossi i colori 'giusti' - cioè bianco e nero, i colori del yin e yan. Per qualche strano motivo, io ogni volta che vado a fare Tai Chi, trovo sempre una ragazza col vestito da nozze, e infatti anche questa volta non mancava la sposa; portava (e non solo lei) una maschera anti smog -perché non ho idea. Qui si respira ren'ai che in giapponese vuol dire romanzo, amore vero.Ai significa amore sia in giapponese che cinese: in cinese ai ren vuol dire coniuge, persona amata.

Il mercato Hosoi vanta una novità, una kanegura o stanza dei tesori. Il magazzino sotterraneo, una copia di quello tipico dei castelli dei shogun, si trova sotto la pagoda rossa. Qui nella foto vedi l'entrata al centro della piazza. Attualmente in questa stanza troverai una mostra dedicata all'arte erotica giapponese.
Si tratta di Shunkyu-higa o Shunga 'quadri primaverili'. Le origini di questo genere d'arte risalgono all'epoca Muromachi e in particolare al grande pittore erotico Zhou Fang: ma nascono dai diagrammi scientifici trovati negli antichi rotoli dei medici cinesi, e dal rito di fertilità praticato in dodici (!) parti dai principi nipponici. Attenzione: Questi quadri sono molto espliciti e non sono per i minori o persone che trovano arte erotica offensiva. Il sim è PG anche per questo le immagini sono esposte in un luogo appartato, chi è timido ma anche curioso può naturalmente servirsi del cam per visionarle. magari facendo un po' di Tai Chi allo stesso tempo. Destinati esclusivamente ai nobili i disegni raccontavano i scandali sessuali di corte e del monastero, vedrai monaci forse poco pii ma indubbiamente agili e... flessibili. Più tardi con l'invenzione della silografia le immagini furono tagliati su blocchi di legno e più copie stampate, e si diffusero tra i borghesi per poi arrivare tra le mani dei lavoratori. Col passare dei secoli, questi immagini - non sempre erotici - d'un mondo fluttuante, galleggiante - il Ukiyo - testimoni d'una vita di città sempre in fase di cambiamento, ci rimangono come prezioso ricordo di tempi ormai persi di vista. Un bel articolo sul New York Times riporta altri immagini che forse ti piaceranno, basta cliccare qui per vederlo.

Come avrai notato anche dalle mie foto scadenti questo posto è bellissimo, le costruzioni e le textures sono tutti di una qualità eccellente, dando un'aria autentica e vera al luogo, e per festeggiare il loro castello quest'anno il gruppo Hosoi ha inaugurato il concorso machinima, brevi filmati girati proprio qui. I vincitori del concorso tenuto a giugno erano Pyewacket Bellman and Niten Altamura il loro video è davvero bello. Qui a Hosoi Ichiba si tengono spesso festival e serate, per saperne di più o per conoscere di più sulla storia dell'architettura, puoi consultare il loro blog in inglese. Davvero un luogo da visitare più volte, sono convinta che se vai a vedere Hosoi Ichiba, anche tu t'innamorerai.

1 comment:

Kalderi Tomsen said...

Thirza Thank you for such a lovely article!

I have written a thank-you on our blog at http://hosoi-ichiba.blogspot.com/